Bentornato Guida, ma il Cianciana non c’è

cianciana-sciacca 09-10Aveva chiuso il girone di andata con un pareggio interno a reti bianche. Il girone di ritorno si apre così come si era chiuso quello di andata, anzi anche peggio. A fare visita al Cianciana arriva lo Sciacca penultimo in classifica, reduce dalla pesante sconfitta per 7-0 ad opera del Castellammare. Ma nonostante il livello degli avversari sia abbastanza contenuto (basti pensare che il Carini, ultimo in classifica, ha fatto punteggio pieno contro i saccensi) il Cianciana riesce ad intavolare una partita ai limiti della decenza, riuscendo a farsi mettere sotto già nel primo tempo dagli avversari, bravi a chiudersi per tutto il resto della partita. Poche, molto poche, le occasioni create dal Cianciana che deve ringraziare Guida per aver trovato il gol del pareggio a qualche minuto dalla fine, quando la squadra ciancianese, in preda alla disperazione, si era catapultata in avanti in cerca di gloria. Il gioco della formazione guidata da Filippazzo continua a latitare, nonostante gli interventi di mercato messi a segno dalla dirigenza ciancianese. Pesa sicuramente l’assenza di Cocò Caruana, l’unico che può dare qualità alla manovra ciancianese, e non è da sottovalutare la perdita di un centrocampista del livello di Nino Chiara. In attacco delude ancora Nanà Gulino, attaccante di indiscusso talento ma che deve ancora far vedere le sue qualità al suo nuovo pubblico. Da lodare la prestazione di Manazza che, nonostante la brutta prestazione di tutta la squadra, ha lottato su ogni pallone fino all’ultimo minuto. C’è da dire che soffre l’assenza di un centrocampista dai piedi buoni al suo fianco. Adesso tutti in vacanza, ci sarà da riflettere sugli errori che questa squadra commette e sul modo di giocare. Alla ripresa ci attende l’Alcamo, ci si augura di poter ripetere il risultato dell’andata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.