“Carnàla” di Dino Vaccaro esposta presso i locali del Comune di Cianciana
“Carnàla” di Dino Vaccaro esposta presso i locali del Comune di Cianciana

Carnàla di Dino Vaccaro

L’Amministrazione Comunale di Cianciana omaggerà l’artista Dino Vaccaro esponendo, permanentemente, presso i propri locali la gigantografia del dipinto “Carnàla, epopea di un’infanzia vissuta nell’inferno della zolfara“.

L’opera è la testimonianza, di periodi di floridezza (per i proprietari delle miniere), e di tragico lutto (per le famiglie dei minatori), di tutti i ciancianesi che legarono i propri destini alla zolfara, tra la fine del secolo scorso fino agli anni successivi al secondo conflitto mondiale.

In modo particolare, nel quadro l’artista mette in risalto la vita del caruso, sfruttato e maltrattato da un sistema che non ammetteva pietà. I carusi erano ragazzini, “picciriddi” di 7 – 8 anni,  che aiutavano la famiglia a “buscare” un pezzo di pane. Molti di loro a quei tempi venivano venduti ai Capi partita per cento o duecento lire e il padre non poteva più riaverli, fino a quando non restituiva i soldi ricevuti.

In occasione dell’evento verranno distribuiti a chi ne farà richiesta, tramite il Salotto Culturale Villa Chincana o al Comune di Cianciana, delle cartoline che riproducono l’opera, autografate dall’artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.