Cianciana batte Alcamo e vola in testa

Esultanza di Ceroni dopo il gol
Esultanza di Ceroni dopo il gol

Il Cianciana affronta l’Alcamo nella seconda giornata di campionato. Dopo la vittoria esterna contro lo Sciacca, la squadra di Filippazzo prova a ripetersi ma deve fare a meno degli squalificati Cusumano e Caruana. Il tecnico empedoclino passa quindi dal 3-5-2 della prima giornata ad un classico 4-4-2. In porta fa il suo esordio Salvatore Pullara, classe 1991, in prestito dalla Nissa. In difesa Lo Bue, Ceroni Valentino, Bahou e Diecidue. A centrocampo Chiara, Capitano, Trinci e Ceroni Fabio. In attacco Alfano e Pagano. Prima dell’inizio della partita osservato un minuto di silenzio in ricordo dei soldati italiani caduti in Afghanistan. La prima occasione della partita se la costruisce Alfano che al 7′ calcia alto sopra la traversa. Al 16′ l’Alcamo rischia l’autogol ma il portiere è bravo a rimediare all’errore del difensore concedendo l’angolo. Sugli sviluppi il Cianciana passa in vantaggio con Bahou che risolve una mischia in area. Attorno al 35′ Diecidue, in evidente difficoltà, viene richiamato in panchina. al suo posto entra Trupia. Al 45′ il Cianciana raddoppia con un super-gol di di Fabio Ceroni: il piccolo esterno biancoverde lascia partire da posizione defilata un tiro-cross che inganna il portiere avversario e si insacca alle sue spalle. Nel secondo tempo l’Alcamo comincia a premere sull’acceleratore con l’intento di riaprire la partita e al 52′ Bahou è protagonista si un salvataggio sulla linea di porta. Al 57′ però il Cianciana la partita la chiude definitivamente con Trinci che con un perfetto calcio di punizione dal limite dell’area trafigge ancora il portiere alcamese. Filippazzo opera le sostituzioni, Cenci al posto di Capitano e Manazza al posto di Pagano. Al 79′ arriva il gol della bandiera dell’Alcamo con un tiro da fuori area che sorprende il portiere ciancianese. La partita termina con il forcing degli ospiti e con le ripartenze in contropiede dei locali. Al triplice fischio finale applausi per i giocatori e per mister Filippazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.