Cianciana, Cresce il fenomeno dell’immigrazione turistica. Già 100 stranieri hanno acquistato casa

SINDACO SANZERI E GRUPPO EMIGRATINon arrivano poveri magrebini, algerini, libanesi o disperati di altre nazionalità in cerca di speranza, ma facoltosi inglesi, francesi, belgi, olandesi e recentemente anche americani in cerca di relax e clima mediterraneo.

A Cianciana c’è “l’immigrazione turistica” che porta nuove risorse all’economia locale e rivitalizza anche il tessuto sociale e culturale. Sono sempre di più, infatti, gli stranieri che decidono di acquistare case, ville, appartamenti nel piccolo centro dell’entroterra agrigentino.

Stranieri che apprezzano l’accoglienza delle persone, il clima, le risorse paesaggistiche e naturalistiche del territorio del Platani – Magazzolo – Quisquina e le vicine spiagge dorate di Borgo Bonsignore, Bovo Marina, Eraclea Minoa o Torre Salsa. Sono già più di 100 gli atti di vendita stipulati in appena due anni, un fenomeno alimentato anche grazie a internet dall’agenzia immobiliare My House di Giuseppina Montalbano che ha fiutato l’affare divenuto una preziosa risorsa per l’intera comunità.

Almeno 300 le nuove persone che abitano a Cianciana che spendono soldi facendo la spesa, ristrutturando case, riparando automobili e via dicendo, tutto questo arricchisce il paese. A contribuire notevolmente alla crescita di questo fenomeno sono anche gli emigrati ciancianesi che sono riusciti a dare un’immagine bella e accogliente del proprio territorio.

Di tutto questo si è discusso nei giorni scorsi durante la “festa dell’emigrato” celebrata dall’Ammistrazione comunale con un convegno, la proiezione di un documentario e l’inaugurazione di una interessante mostra documentaristica dal titolo “Il viaggio della speranza: Cianciana – Rive de Gier”, voluta da Francois Arcuri per ricordare le tappe dell’emigrazione ciancianese soprattutto verso l’Inghilterra e la Francia.

“L’immigrazione turistica e residenziale – dice il sindaco Salvatore Sanzeri – è un fenomeno di cui naturalmente siamo lieti e orgogliosi. E’ veramente molto bello che inglesi, francesi polacchi, americani e persone di altre nazionalità, di livello professionale e culturale elevati, anche alcuni artisti e musicisti giovani, hanno scelto di venire a comprare casa a Cianciana.

A oggi sono oltre 100 gli atti di compravendita già stipulati, un fatto molto positivo non solo perché questa gente viene e vive con la comunità ciancianese che è molto aperta, cordiale, accogliente, ma nello stesso tempo perché si ristrutturano delle case abbandonante che diventano dei veri e propri gioiellini nel nostro territorio e portano vantaggi all’economia locale. Noi stiamo cercando di fare molto per incentivare questo fenomeno, anche attraverso una serie di eventi che allietino la permanenza a Cianciana e in cui sia gli emigrati che gli immigrati diventano protagonisti. Poi – aggiunge il primo cittadino – cerchiamo di stare insieme a loro, per conoscerci, scambiare esperienze e culture, ma soprattutto cerchiamo di non fare mancare i servizi essenziali come l’acqua e la pulizia”.

fonte comunicalo.it

7 thoughts on “Cianciana, Cresce il fenomeno dell’immigrazione turistica. Già 100 stranieri hanno acquistato casa

  1. “Credete che a Cianciana si abbia la senzazione di uno stato presente e forte?”

    Ma cosa c’è a Cianciana di così terrificante, che tutti ci lamentiamo????

    ma davvero, molti di voi, siete convinti che un piccolo comune come il nostro, che fa parte dell’ultima e sottolineo ultima provincia d’Italia, possa far di più di quello che prova a fare!!!

    Bisognerebbe fare delle distinzioni!!!!

    Se vogliamo parlare di POLITICA (cosa che a Cianciana è poco praticata) sono d’accordo con chi si lamenta, ma è colpa di tutti e non solo di chi sta a capo del SISTEMA CIANCIANA; chi di noi giovani si è mai inserito efficacemente negli affari della “RES PUBBLICA” ????
    Non bisogna armarsi solo durante quei 20 giorni di campagna elettorale pre-elezioni, la politica è altra cosa!! e secondo la mia modesta opinione a Cianciana se ne fa pochissima!!!!

    A Cianciana si è sempre praticato il CLIENTELISMO, e che si voglia ammettere o meno ne siamo tutti FAUTORI!!! ci fa comodo se ne abbiamo benefici, ci lamentiamo se il sindaco o l’amministrazione non è il/la “NOSTRO/A”

    Cmq nn vedo cosa possa fare di meglio l’amministrazione nell’accogliere gli “Stranieri”, credo che vengano rispettati, come anche noi cittadini di Cianciana rispettiamo loro, e se poi non conosciamo la lingua inglese/francese/ecc… e non sappiamo dialogare con loro, travisando i loro discorsi e tutta colpa nostra perchè GENETICAMENTE siamo un popolo molto ARROGANTE!!!

  2. Non è questo il punto. Gli stranieri che puntano ad inserirsi in luogo diverso dal loro lo fanno principalmente per 2 motivi:
    Primo per stare in un posto dove la vita è salutare, aria e cibo buono, e secondo per vivere in una comunità tranquilla. su questi due punti ci siamo. Ma indipendentemente da come sono loro, i Tedeschi, gli Inglesi e i francesi sono abituati ad una presenza dello stato in ogmi momento della loro vita. Ed è una presenza forte…che li rende tranquilli e che li protegge.
    Credete che a Cianciana si abbia la senzazione di uno stato presente e forte?

  3. io non mi riferivo al fatto che vengano stranieri ad acquisire cittadinanza ciancianese ( magari ce ne fossero a migliaia). Io parlo della gestione che si ha del comune. gli stranieri sono abituati a ben altro e non alle angherie che si annusano a cianciana. per questo non ci sarà il boom………..

  4. caro vincenzo: cosa centra la xenofobia in questo caso?
    il voler un pò d’ordine all’interno della comunità fa parte dell’essere xenofobo? Credo che dovresti vergognarti tu delle cose insensate che scrivi……….

  5. Magico che stronzate da xenofobo che scrivi devi vergognarti! meno male che qualcuno si trasferisce a Cianciana altrimenti resterebbe un paese fantasma la nato…. per cortesia…

  6. se continua così, cianiciana non avrà bisogno di forestieri ma della nato.
    Ormai è anarchia assoluta. vergogna!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.