Cianciana: i russi alla conquista della città per i prezzi modici delle case
Cianciana: i russi alla conquista della città per i prezzi modici delle case

Russi a Cianciana

Stavolta, dopo gli inglesi, i francesi e i polacchi, sono i russi che vanno alla conquista di Cianciana dove contano di risiedere periodicamente o stabilmente, grazie ai prezzi modici delle abitazioni da ristrutturare e alla calorosa accoglienza della gente. La terza coppia di cittadini russi, nella prima parte del mese di luglio, è arrivata nell’ex cittadina dello zolfo, ha visitato numerose abitazioni e ha deciso di acquistare un’abitazione da ristrutturare subito per potervi dimorare nella fase finale della stagione estiva.

Si tratta delle sorelle Mila ed Irina, che sono arrivate in aereo direttamente da Mosca, per merito dell’agenzia “My House” di Giuseppina Montalbano che poco tempo fa aveva fatto arrivare un’altra coppia di giovani russi Katerina ed Andrey che studiano archeologia ad Agrigento e che tengono i contanti con i loro amici connazionali che invitano a venire in Sicilia. Ad inizio del mese è arrivato un blogger russo con la sua compagna con il proposito di comprare casa e di trascorrere diversi mesi dell’anno a Cianciana.

Una casa da ristrutturare, un paio di stanze, con cucinino e servizi, a Cianciana costa tra i 15 e i 30 mila euro. Un appartamento, più comodo, già ristrutturato, e nel della cittadina, viene valutato intorno a 60 mila euro. Statunitensi, norvegesi, canadesi, polacchi e perfino maltesi arrivano per qualche giorno, si innamorano della cittadina, della sua tranquillità, del fatto di essere a poco più di 20 chilometri dal mare e anche del calore della gente che ha capito bene che la presenza straniera porta tanti guadagni non solo con l’edilizia e tutto l’indotto, ma anche con l’abbigliamento, il settore alimentare e il turismo in genere.

E’ sintomatico il caso di Ray Winstone, attore e produttore inglese, che appena fuori paese ha comprato una casa colonica in disuso per 50 mila euro e ha già cominciato a restaurarla con un progetto complessivo che prevede la spesa di un milione e 300 mila euro e che aspira a creare un centro di cultura e di cinema dei paesi del Mediterraneo.

Fonte: ripost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.