Il Cianciana 2000 si salva nel ricordo di Katrina

cianciana katrinaIl Cianciana ottiene la salvezza nell’ultima giornata di campionato grazie alla vittoria casalinga ottenuta ai danni del Pro Favara guidato dall’eterno Maurizio Savarino, ex giocatore del Cianciana. Prima dell’inizio il presidente Paturzo e la squadra tutta hanno voluto ricordare la prematura scomparsa di una cara amica, Katrina Termini, con la consegna di una targa ai parenti e indossando una maglia a lei dedicata.

La partita è senza storia, dopo appena due minuti Guida, servito in verticale da Caruana, porta il risultato sull’1-0 e dedica il gol a Katrina indicando la maglia e alzando il dito al cielo. Il raddoppio arriva attorno al 20′ con Ceroni che di testa corregge in rete un cross del solito Caruana. Al 35′ arriva il gol più atteso, quello di capitan Alfano che batte il portiere direttamente su calcio di punizione dai 25 metri. Per il bomber bianco-verde si tratta della rete numero 19 in questo campionato che gli potrebbe permettere di vincere il titolo di capocannoniere del girone. Nel secondo tempo rimangono negli spogliatoi Guddemi e Capitano che lasciano il posto a Tirrito e Carubia. Di segnali da parte del Pro Favara non se ne hanno e il Cianciana continua a fare la partita. Entra anche il giovane portiere Di Maria che rileva Giardina. La rete del 4-0 porta la firma di Calogero Caruana, uomo-chiave di questo Cianciana, che fa tutto da solo, evita il portiere e appoggia la palla in rete. Qualche minuto più tardi arriva la rete del definitivo 5-0 ad opera di Guida che supera il portiere con un leggero tocco sotto, firmando così la sua personale doppietta. Il terreno di gioco comincia a diventare pesante a causa della pioggia e il Cianciana si esibisce in venti minuti di melina che rendono la partita noiosa e senza senso in attesa del fischio finale che sancisce la fine di questo campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.