Il Cianciana pareggia con il Favignana e sogna i play-off

cianciana-favignana 09-10Il Cianciana conquista l’ottavo risultato utile consecutivo. Una striscia positiva che ha portato i ragazzi di Raimondo Filippazzo ad occupare la quinta posizione in classifica e a tre giornate dalla fine il popolo biancoverde sogna i play-off, anche se non sarà facile mantenere questa posizione. Una vittoria in casa contro il Favignana avrebbe sicuramente facilitato le cose ma considerate le numerose assenze tra le fila del Cianciana (Lo Bue, Caruana e Guida indisponibili, Gulino non al meglio solo in panchina), va bene anche il pareggio ottenuto a dieci minuti dal termine grazie ad un gol del giovane Schembri che dal limite dell’area piazza il pallone all’angolino con il portiere avversario che non accenna neanche la parata. Il vantaggio degli ospiti era arrivato nel primo tempo grazie ad un beffardo pallonetto che supera Quinones. Il portiere ciancianese si rende protagonista qualche minuto più tardi compiendo una parata fondamentale che tiene aperta la partita. Nella ripresa Filippazzo lascia negli spogliatoi Cenci e inserisce Carubia nella speranza di alzare il baricentro della squadra. Al 60′ grandi proteste dei padroni di casa che vedono negarsi un chiaro calcio di rigore per fallo di mani almeno un metro dentro l’area ma l’arbitro giudica l’intervento fuori area e assegna punizione dal limite. La vera svolta si ha quando si alza dalla panchina il bomber Totò Alfano, capocannoniere dello scorso campionato di Promozione, fermo da quasi cinque mesi per problemi fisici. Il suo ingresso permette alla squadra di avere un punto di riferimento su cui appoggiarsi in attacco e cominciano a nascere le prime occasioni pericolose per il Cianciana che troverà il pareggio con Schembri. Sul punteggio di 0-1 per il Favignana da registrare l’espulsione di Tonino Cusumano per fallo da ultimo uomo su un avversario lanciato a rete. Prossima tappa a San Giovanni Gemini, poi in casa con il Canicattì e ultima giornata in trasferta contro l’Isola delle Femmine. Tre squadre che lottano per la salvezza diretta, non sarà facile ma sognare non costa nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.