Il Ribera capolista rifila due reti al Cianciana

ribera-cianciana 09-10Il Ribera calcio legittima il primato in classifica con una brillante vittoria in casa sul Cianciana per 2 reti a zero. Passano pochi minuti dal fischio di inizio ed il Ribera si rende pericoloso con la palla che carambola in area e viene raccolta dal terzino riberese Piro che spedisce in rete, ma il gol viene annullato per fuorigioco, su segnalazione del guardalinee. Da una mischia in area nasce il gol del vantaggio per la squadra di casa con Zerbo che, al 36’ del primo tempo, batte l’incolpevole portiere del Cianciana Pullara, per la gioia dei tifosi riberesi assiepati sugli spalti dello stadio comunale tirato a nuovo: in occasione del derby con il Cianciana, la società riberese ha provveduto a collocare comodi seggiolini di plastica e a tinteggiare gli spalti con i colori biancazzurri.

Nel secondo tempo, non cambia l’assetto tattico delle due squadre, con il Ribera che si proietta in avanti sfruttando i lanci lunghi e la velocità dei suoi attaccanti, mentre il Cianciana, privo di punte centrali, cerca di ripartire in contropiede, aprendo il gioco sulle corsie laterali. Le trame offensive del Cianciana, però, non impensieriscono minimamente la difesa riberese, che può contare sui rocciosi difensori Ciancimino e Montalbano, impeccabili sia nel gioco aereo, sia nel chiudere gli spazi. Su calcio da fermo nasce il raddoppio della squadra riberese, siglato all’80′ dal mister Montalbano, nel duplice ruolo di allenatore e giocatore, abile nel colpire a rete di testa con un imperioso stacco aereo che sovrasta la difesa avversaria.

“La sconfitta subita – ha spiegato, al termine della partita, il tecnico del Cianciana Filippazzo – è frutto delle gravi disattenzioni nella fase difensiva che ci sono costate ben due reti. In settimana abbiamo lavorato molto per cercare di arginare il potenziale offensivo del Ribera e sfruttare il gioco sulle fasce, considerate le assenze importanti delle due punte centrali Alfano, infortunato, e Pagano. Comunque, è mancata sul campo la personalità di alcuni giocatori”.

Fonte agrigentonotizie.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.