Pensiero sulle discoteche estive nel nostro paese

inviato da: SSeerrggiioo

Allora (non si comincia a scrivere un discorso con allora!!), provo a dire la mia. Per essere chiaro voglio fissare dei punti:

1) Il budget dell’estate ciancianese è sempre stato limitato, e con quei pochi soldi si deve cercare di accontentare i gusti (si proprio così: i gusti, e non gli ideali, la sete di cultura e via dicendo, ma solo DIVERTIMENTO) dei paesani.

2) Le iniziative da mettere in programma nell’estate ciancianese devono piacere e divertire. Quindi è inutile, lasciatemi sfogare, spendere quei pochi soldi per presentare un libro alle 9 di sera (!!!!) dove vanno alla presentazione amici e parenti dello scrittore di turno (pirchì ci pari malu e no pirchì ci ‘nteressa lu libru!!!), o dei concertini di musica classica, che non costano mai meno di 1000 euro, che interessano, quando va bene, una decina di persone. Non è giusto spendere questi pochi soldi per accontentare pochissime persone. I soldi per fare cultura (anche se non interessa a molti, ma è un sacrosanto dovere dell’Amministrazione comunale), non devono essere presi da quel gruzzoletto che serve a fare l’estate ciancianese. Lo scopo dei soldi dell’estate ciancianese non deve essere quello di “acculturare” quattro persone, ma di divertire il maggior numero possibile di persone (è un mio punto di vista).

3) Io odio le discoteche!!!! E chi mi conosce lo sa benissimo. Ma alla stragrande maggioranza dei ragazzi le discoteche piacciono, e questo è un dato di fatto innegabile.

4) Le discoteche, penso, sono le iniziative dell’estate ciancianese meno costose. Basta pagare un dj, che mette a disposizione anche le attrezzature e la SIAE.

Allora, dopo aver fatto queste premesse mi chiedo: perchè negare ai ragazzi questo divertimento (in questo momento mi sento un vecchietto che sta dalla parte dei ragazzi)? Che ben vengano 4-5 serate danzanti ad Agosto. Se deve succedere qualcosa di brutto può succedere ovunque, anche fuori dalla discoteca. Semmai si regoli il volume e l’orario, almeno per far dormire i vicini dopo le 2 di notte.

Non prendete quello che ho scritto come oro colato, ma io la penso così.”

2 thoughts on “Pensiero sulle discoteche estive nel nostro paese

  1. Non credete molto in quello che scrivete,a Cianciana,la realta’ e’ diversa ,da quella che vorreste fosse e intanto che le persone hanno sempre qualcosa da dire alle spalle degli altri,non ci sara’ chiarezza e cambiamenti.Avete mai visto persone a ballare in piazza in numero maggiore di quelli che guardano e criticano? Voi giovani perche’ non ballate davanti alla chiesa? Vi vergognate ,e’ meglio in campagna dove nessuno vi vede.Se non ci fossero gli STRANIERI DOPPI(All’estero sono stranieri a Cianciana ;cu minchia li canusci)quanti sono in pista.CONTATELI e poi confrontateli con quanti sono a mangiare le fave, la pecora.La gente che si diverte trasmette allegria e non e’ fenomeno da baraccone da deridere e qualche volta da insultare.MANGIATE CIANCIANESI(residenti perpetuamente) almeno con la bocca piena non riuscite a fare male a nessuno.Una volta una ben conosciuta figura del paese partecipando ad uno sciopero dove tutti reclamavano “pane e lavoro ebbe a dire che forse sarebbe stato meglio solo pane.MEDITATE GENTE la CULTURA e’ cosa seria e non una abbuffata!!!!!!!

  2. Sergio secondo me dice la cosa giusta,secondo me il comune deve investire i soldi dell’estate ciancianese in alcol,hashish e teste di “vo”bollite per tutti, cosi almeno si ride un poco e si socializza,perchè regna troppa falsa serietà,invece di fare i moralisti ipocriti..un saluto a tutti, Evviva San Calò!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.