Seconda edizione del premio “Alessio Di Giovanni”. Ecco i premiati

busto di giovanniLa Giuria del Premio “Di Giovanni”, presieduta dalla Dott.ssa Rosalba Anzalone ha terminato l’esame delle 96 opere presentate ed individuato i finalisti dell’edizione 2009, comunicando i nomi dei vincitori al Presidente dell’Istituzione:

Sezione TESI DI LAUREA a Giovanni Sorrentino per Le opere di Alessio Di Giovanni, tra letteratura nazionale e letteratura siciliana, discussa presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma, Facoltà di Lettere e Filosofia, anno accademico 2007-2008, relatore il Preside della Facoltà, Ch.mo Prof. L. Rino Caputo.

Sezione STORIA LOCALE, il premio è stato assegnato ex-aequo, a:

Gaetano Allotta per 65 anni faLo sbarco alleato in Sicilia, Edizioni “Centro Studi Giulio Pastore”, Agrigento, 2008.

Ubaldo Riccobono per Il fuoco e la ragione, “Amici di Pirandello, Sciascia, Empedocle, Caltanissetta, 2008.

La Giuria ha deliberato di assegnare  riconoscimenti particolari a:

Sezione SICILIANITÁ: Aurelio Rigoli, Presidente del Centro Internazionale di Etnostoria di Palermo.

Sezione TEATRO ad Aristotele Cuffaro, presidente della Compagnia teatrale “N. Martoglio” di Grotte.

Il Premio Culturale “Alessio Di Giovanni” si affianca alla rosa di quegli eventi di alto spessore intellettuale che favoriscono l’espressione identitaria di un territorio, rendendone feconda la fruizione e contribuendo alla promozione della immensa eredità culturale della Sicilia.

“Per la nostra città – ha detto il Presidente dell’Istituzione, prof. Domenico Ferraro – il Premio, momento culturale della città, entra a pieno titolo nella storia culturale di Cianciana e diventa un biglietto importante per la cultura del nostro territorio”. Un grazie alla Presidente della Giuria ed a tutti i Componenti, che hanno lavorato in questi mesi ed agli Enti che hanno sostenuto il premio”. La data della cerimonia di premiazione sarà successivamente comunicata.

da agrigentoweb.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.