Statua di epoca ellenistica rinvenuta in zona Ciancianìa

Fronte della statua
Fronte della statua
Retro della statua
Retro della statua

Una piccola statua in bronzo del tipo di Aphrodite Anadyomene è stata ritrovata nel corso di recenti scavi nel sito Ciancianìa. Al reperto, che ha le demensioni di 5 centimetri di altezza e 3,30 di larghezza, mancano la testa, l’avambraccio e la mano destra, gli stinchi delle due gambe insieme ai piedi. La superficie è corrosa e in parte coperta da incrostazioni.

La statuetta raffigura una figura femminile nuda, con le braccia piegate e alzate all’altezza delle spalle. Tale motivo si ritrova negli esemplari piú vicini, ad esempio nella statuetta conservata a Napoli ed a Philadelfia ed è interpretabile come il movimento compiuto dalla dea per detergersi dopo il bagno con un telo teso fra le mani dietro il collo.

Il tipo di questo bronzetto puó essere riconosciuto in quello dell’Afrodite Anadyomene, originale di epoca ellenistica, probabilmente del II. sec. a.C., il quale è noto tramite repliche grandi di marmo e piccoli bronzi.

Gli scavi sono stati condotti dall’equipe del professore Johannes Begemann, dell’Istituto Fur Archäologisches dell’Università Georg-August Universitat Gottingen di Germania.

Foto tratte dal sito www.cianciana.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.