10 – Disperazione (Puntata finale)

Da qualche giorno Carla era tornata alla sua vecchia vita. La sua famiglia l’aveva accolta a braccia aperte ma non aveva mancato di rimproverarla severamente. La ragazza aveva ricominciato a frequentare la scuola, aveva ritrovato i suoi vecchi compagni e le sue amiche. La sua vita era tornata ad essere quella di una normalissima ragazza che frequenta il liceo anche se tuttavia ogni tanto alla sua storia con Dimitri ci pensava.

L’affetto delle persone che le stavano attorno e le distrazioni che le offrivano faceva si che questo suo pensiero passasse in secondo piano. Non era così, invece, per Dimitri, che da quando Carla l’aveva abbandonato non era più felice. Il suo pensiero era sempre rivolto alla ragazza, un pensiero che l’accompagnava tutta la giornata, al lavoro non riusciva ad essere più concentrato e perfino la notte non riusciva più a dormire. La sua vita era diventata orrenda. Ogni tanto guardava le foto che aveva fatto assieme a Carla, restava immobile davanti a quelle foto per diversi minuti, poi prendeva il cellulare desideroso di chiamare Carla ma si tratteneva perché non voleva più disturbare la vita di una ragazza che suppone essere felice anche lontano da lui. Neanche la presenza e il supporto della sua famiglia riuscivano a consolarlo tanto che preferiva passare le serate lontano da casa, da solo, a vagare senza una meta precisa. Spesso si sedeva nei bar e cominciava a bere fino ad ubriacarsi per poi rientrare a casa a tarda ora. Un giorno decide, però, che non è possibile continuare così, che bisogna alzare la testa ed andare avanti, che nella vita ci sono tante cose da scoprire e che non bisogna mai gettare la spugna. Con grande forza di volontà prova così a ricominciare la sua vita, niente più serate in giro a bere e ad ubriacarsi e soprattutto niente piangersi addosso. Ma a volte la sola forza di volontà non basta e la mancanza di veri amici che possano farlo distrarre, divertire e pensare ad altre cose portano il giovane ragazzo al non raggiungimento del suo obbiettivo. Carla è un chiodo fisso nella testa del povero Dimitri, non riesce proprio a dimenticarla al punto che una sera, dopo una giornata di lavoro, prende il cellulare e scrive una sms a Carla: <<Sei stata tutto per me e adesso non ho più niente. Addio>> dopodiché si toglie la vita. Si conclude così tragicamente la storia di Dimitri, il ragazzo dall’infanzia difficile, arrivato giovanissimo in Italia dove ha conosciuto la felicità e quando, dopo aver ritrovato la sua famiglia, pensava che la sua vita potesse essere perfetta ha finito per perdere tutto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.